giovedì 31 maggio 2012

Un lama a Santorso

Alla fine quest'anno a Cascina Stella, per via del tempaccio, non ci siamo ancora andati. Siamo tornati invece a giocare ai laboratori Remida@MUBA (Idroscalo) in barba ai temporali, ma sabato 2 giugno vogliamo provarci di nuovo, col picnic: torniamo all'Oasi Rossi, a Santorso! Ultimamente Villa Rossi e il suo parco sono stati valorizzati da iniziative del locale museo archeologico, vediamo com'è diventata, approfittando di un'apertura gratuita in occasione delle iniziative legate allo ZeroEuroDay..


C'è stato un tempo in cui abitavamo lì vicino e l'Oasi Rossi, con gli animali, il prato, il trenino e la grande sabbiera, era una meta facile per una famiglia nuova nuova. Esploro l'hard disc per scovare qualche foto dell'Oasi e mi perdo tra i sorrisi del Pulce all'età del Ciccetto. Grande sforzo di concentrazione, mi concentro sull'obiettivo ma comunque saltano fuori solo cose così..


Come faccio a rendere l'idea del posto? Che poi  a me dell'oasi vera e propria interessa poco: mi piace il fascino del parco storico, che apre solo in occasioni come quella del prossimo fine settimana.
Ecco, cerco un po' in rete: potete leggere la storia del parco in dettaglio qui, una piccola descrizione con qualche foto, e anche vedere qualche scorcio in un video di presentazione.
Nel video è rappresentato anche l'angolo che preferisco, il tempietto acquario, illuminato dalla luce del giorno che, dall'esterno, attraversa le vasche e i vecchi vetri, e rischiarando l'interno umido e buio sospende il tempo e meraviglia. Ho voglia di sentire ancora l'odore della sua ombra.



Scommetto che i bambini invece preferiranno fermarsi a vedere gli animali, le farfalle e tutto il resto. Chissà chi l'avrà vinta? l'importante sarà rivivere un luogo legato ad un momento tanto significativo per la nostra famiglia, e i nostri amici. Il misterioso Signor Manzato, quando ci siamo trasferiti, celebrò addirittura  l'amena località con cotante rime:
Un lama a Santorso 
Il lama Giuseppe che vive a Santorso
organizza una festa e anche un concorso:
il premio è una torta di 1 chilo e di 1 etto
la vince chi sputa al di là del laghetto.
 
Non manca nessuno alla festa stasera
perfino il leone è arrivato in corriera.
 
Son tutti schierati davanti al laghetto
ma nessuno ci riesce, nemmeno il furetto!
 
Ora tocca a Giuseppe il gran festeggiato.
guardate! Le orecchie all'indietro ha piegato!
 
Per lui è uno scherzo, la torta pregusta:
lo proclama vincente il notaio Mangusta.
 
Ma mentre si vanta il nostro campione,
Ernesto il topastro in  un solo boccone
si mangia la torta del lama sputone
che organizza concorsi ma è grande imbroglione!

Un lama a Santorso - illustrazione del Pulce (5 anni)

Ed eccolo qui immortalato, il lama sputone!



2 commenti:

  1. che chioma!!! e che posto!!!

    RispondiElimina
  2. Peccato fossi lontana, ma prima o poi.... magari la prossima primavera <3
    ps: che chioma, sì! :) wow!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...